17 tipologie di persone e i loro modi di amare

“Houston, abbiamo un problema”

Quando le nostre relazioni finiscono inesorabilmente sempre nella medesima maniera, significa che mettiamo in atto dei meccanismi che ci conducono verso lo stesso finale indipendentemente dalla persona che abbiamo accanto.

Siamo molto abili nel raccontarci “storie” che possono giustificare la chiusura di una relazione, diventiamo sempre piu’ bravi nel non renderci conto che siamo artefici del nostro destino amoroso.

Quante volte sentiamo frasi del tipo: “sono proprio sfortunato, “incontro sempre la persona sbagliat*” oppure “ gli ho dato tutto quello che mi ha chiesto ma non andava mai bene” oppure “sbaglio sempre, rimarrò sol* ormai”.

Questi sono solo alcuni esempi che sintetizzano le modalita’ disfunzionali che conducono ad un esito fallimentare la propria relazione poiche’ nella maggior parte dei casi o tendono esclusivamente a colpevolizzare il partner, deresponsabilizzando chi le pronuncia oppure esprimono un forte sentimento di autocommiserazione.

Siamo sprovvisti della chiave di lettura fondamentale secondo cui entrambi i componenti della coppia sono artefici dell’andamento, del successo o dell’insuccesso della relazione.

Il modo con cui viviamo e gestiamo un rapporto di coppia può essere ricondotto a precise modalita’ di relazione che abbiamo appreso e interiorizzato nel corso della nostra esistenza, definite “copioni di vita”.

Ma quando è che nasce il problema?

Il problema nasce nel momento in cui mettiamo in pratica sempre lo stesso copione anche di fronte a risultati fallimentari e deludenti, come se fossimo imprigionati in un ruolo da cui non riusciamo piu’ a liberarci.

I nostri copioni di vita hanno uno scopo adattivo che diventa disadattivo quando non siamo in grado di modificarli in funzione del divenire della relazione. Ogni copione deve essere abbastanza flessibile per garantire una buona capacita’ di adattamento al nostro contesto relazionale, la sua rigidita’ determina uno stallo rispetto all’evoluzione dinamica del rapporto, che rischia di entrare in crisi.

17 tipologie di persone in amore


Lo psicologo psicoterapeuta G. Nardone, nel suo libro “Gli errori delle donne in amore” ha individuate, nella sfera del mondo femminile (ma adattabili e ritrovabili anche nella sfera Maschile), diciassette copioni di vita che diventano disfunzionali dal momento in cui si irrigidiscono nelle loro modalità e non si modificano in funzione delle condizioni del contesto relazionale.

1) La fata/Il Mago
Si distingue per la costante tendenza ad evitare il conflitto e il confronto acceso, poiché vuole superare i contrasti ad ogni costo ed è dispost* a passare sopra ogni angheria subita pur di mantenere la relazione immersa in una apparente serenità. Di solito questa tipologia di persona si lega ad un’altra maleducata e scorretta che l* maltratta continuamente.

2) I ricercatori della perfect person
E’ una persona con una alta stima di sè, intelligente e bella che aspira a trovare il compagno dei suoi sogni. La sua lunga ricerca termina con l’accontentarsi di un “alternativa” che non corrisponde ai propri canoni, ripiegando su una vita sentimentale piatta per non rimanere sola, ma che inevitabilmente la accompagna verso una vita da single.

3) Il/La bell* addormentat*
Attendono speranzosi di incontrare la persona perfetta e alla fine sceglie il tipico bravo ragazzo con cui costruire una coppia e una famiglia secondo i canoni tradizionali, senza turbamenti emotivi ne grosse velleità sentimentali. Sfortunatamente appena incontra la persona che la travolge di passione, si lascia andare completamente ai suoi desideri inappagati colpevolizzando il/la compagn* del proprio comportamento. Spesso dopo aver sperimentato il turbine della passione si sente più sola di prima e torna sui suoi passi.

4) I baciatori di rospi
Crede di poter trasformare qualunque essere umano con il suo amore, il suo motto e’ l’amore può muovere il mondo. Sceglie di solito persone esteticamente di basso profilo, inaffidabili e pericolosi che vuole trasformare, sicuri che dietro la facciata vi sia una persona da stimare. La scoperta è amara poiché la persona che ha scelto è in realtà come appare.

5) I seduttori
Elegante e ammaliatrice, seduce gli uomini che la desiderano per il fascino e la grazia che sprigiona. Cerca sempre conferma delle proprie capacità seduttive passando da una relazione all’altra, rimane intrappolata nel suo copione guidata da una infedeltà innata, riconducibile alla ricerca di uomini sempre nuovi che le diano conferma di quanto sia desiderabile.

6) L’amazzone/Il Gladiatore

Sono le tipica persone in carriera, intelligenti e sicure, permeati da una inesauribile energia che guidano le loro relazioni. Cercano partner da sottomettere per tenere alta la loro supremazia nella relazione di coppia. Questo comportamento sottolinea la propria debolezza con cui si accompagna e che di conseguenza li renderanno poco desiderabili ai loro occhi. Di solito le loro relazioni terminano rapidamente poiché chi I’ incontrerà perderà interesse, per il troppo autoritarismo.

7) I Camaleontici
E’ la tipica persona che fa propri i comportamenti e le modalità relazionali del partner a cui delega ogni decisione, adeguandosi al suo stile di vita. Il bisogno di sentirsi protetti si completa con il bisogno del suo partner di sentirsi forte. Questo tipo di persone mancano di una identità propria a cui rinunciano in cambio di una vita serena e senza contrasti. Spesso queste coppie possono durare per tutta la vita in cambio di una esistenza senza slanci.

8) La/gli strega/stregoni
tendono all’aggressività, volgari, sgraziati e non fanno nulla per nasconderlo anzi mettono in luce questi aspetti quando possono. Gli altri sono attratti da loro per quella trasgressività che espongono e perché sentono che è disponibile a tutto. Questo li portano a cercare compagni altrettanto trasgressivo o inibiti a cui far esprimere le loro fantasie. Nel corso della sua vita possono interpretare anche altri copioni plasmandosi completamente sul partner che incontra.

9) I braccatori
Cercano in modo ossessivo e inarrestabile un partner con cui mettere su famiglia. Questo bisogno ossessivo non gli consente di individuare un partner adeguato alle sue richieste per cui rischia di creare una relazione priva di un sentimento autentico da sostituire con vuoti rituali familiari.

10) La crocerossina (lei è presente in ogni genere)
Ha bisogno permanentemente di una persona bisognosa di cui occuparsi, appare profondamente altruista e poco attenta alla cura di se. Quando la persona bisognosa si e’ ristabilita raggiungendo l’autonomia, il più delle volte il legame si spegne gradualmente o perché il partner se ne va o perché la crocerossina stessa cerca un altro bisognoso da curare. (nel dubbio tu ammazza la tua crocerossina interiore)

11) I dilaganti
Sono persone esuberanti, intelligenti, dicono sempre la cosa giusta al momento giusto ed sono molto determinati a raggiungere i loro obiettivi. Pur essendo sempre molto desiderati dagli altri, vengono abbandonati da loro quando avvertono che sono inarginabili. Non comprendono le spiegazioni che il partner gli da e lo accusano di essere un ingrato.

12) I moralisti
Criticano e sono pronti a lanciare accuse verso tutti ma soprattutto verso quelle persone che sono il suo opposto. Svalutano chi gli sta intorno e si legano ad un partner altrettanto rigido e sessualmente represso, convinti di detenere la verità morale assoluta, valutano sempre il comportamento altrui.

13) Il/La manager
E’ una persona dal carattere forte che si assume tutte le responsabilità anche quelle che non le competono, ha successo nel lavoro e si lega ad un partner che sfugge alle sue responsabilità. Di solito viene tradito dal partner che non la vede come una donna femminile o un uomo virile finendo per sentirsi trattati come un oggetto.

14) I traghettatori
Tenaci e determinati, sostengono il proprio partner e lo aiutano a realizzarsi. Si uniscono prevalentemente ad un compagno debole e sacrificano per lui la propria vita. Vede nel partner delle doti che cercano di sviluppare con ogni sforzo, finché quest’ultimo sarà stato traghettato verso la realizzazione personale; lasciando poi il partner che si sentirà abbandonato e distrutto dalla fatica.

15) La nave scuola
Sono adulti e navigati che possono far accedere: all’uomo l’universo della femminilità e viceversa. Scelgono di solito compagni più giovani che dopo essere diventati adulti vogliono fare esperienza con altri partner e lasciano quello che li ha aiutati a crescere.

16) I leccatori di ferite
Cercano dei partner che sono appena usciti da una relazione, sofferenti e bisognosi di cure. Quando quest ultimo si sarà ripreso…. o l’abbandonerà cercando altre donne, o tornerà dal partner precedente o, nella migliore delle ipotesi, sarà sempre bisognoso di cure e non sarà mai pront* a condividere con lei/lui un progetto di vita maturo e alla pari.

17) Penelope/Ulisse
E’ una persona, equilibrata e paziente, in perenne attesa del suo amore. Ricoprono il ruolo dell’amante e si legano ad un uomo/ una donna, già impegnati in un’altra relazione che gli assicurano di desiderarli ma che hanno bisogno di tempo. Chiaramente quest’uomo/donna non lascerà mai la famiglia o il suo partner poiché appagati dalla presenza sia dell’amante sia del/la compagn*.

Quindi vuoi accontentarti?

Come si capisce se ci si sta accontentando in amore? Semplice: si scende a compromessi, si vive una vita senza stimoli e a lungo andare, ci si annoia. Pensare frasi del tipo “tutto sommato stiamo bene insieme” o “non è la persona giusta ma…” sono già delle red flags niente male.

Ma in amore ci si accontenta anche quando si è quello dei due che ama di più. Può capitare di essere molto presi dall’altro, a tal punto da passare sopra al fatto che il partner non abbia il nostro stesso coinvolgimento, e anzi tende a darci il minimo sindacale all’interno della relazione.

Anche se è vero che il concetto di amore romantico (e di amore incondizionato) sono talvolta troppo romanzati e non esiste la coppia perfetta e idilliaca delle favole, è altrettanto vero che passare la vita e il tempo con qualcuno che non è compatibile con noi porta a un dispendio di energie vessante e a una perdita di tempo irrispettosa per entrambi.

Dunque, cosa si fa se ci si trova in questa situazione? La cosa più onesta sarebbe scegliere la vita da single. Ma, possiamo dirlo, non sempre questo è un passaggio semplice e immediato. Uscire dalla comfort zone della coppia, seppur non soddisfacente, richiede quasi sempre un certo sforzo e un gran coraggio nel lasciar andare. ma questo è un’altro discorso.

Grazie per il tuo tempo

Bibliografia:
Gli errori delle donne (in amore). G. Nardone; Saggi fonti delle Grazie 2012

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close